5 consigli per sfruttare i Social Media nella creazione di un Personal Brand

Al giorno d’oggi, per ogni atleta professionista è diventato ormai indispensabile essere presente sui social media in modo professionale.

In questo articolo scoprirai perché al giorno d’oggi, per ogni atleta professionista, essere presente sui social media in modo professionale è diventato ormai indispensabile.

Ci tengo a precisare che tutti i consigli che ritroverai in questo articolo sono validi ed applicabili per tutti gli atleti, maggiori o minori, già identificabili come professionisti, o tutte quelle giovani promesse che si stanno distinguendo per i risultati raggiunti.

Questo chiaramente non significa che aspiranti atleti non debbano avere una presenza sui social media, bensì che la creazione di un personal brand di successo di uno sportivo, non può che passare dall’ottenimento di buoni risultati sportivi e di conseguenza da una storia di successo nel professionismo.

Bene. Dopo questa dovuta premessa, possiamo partire.

Perchè fare Personal Branding?

Spesso prendiamo lo sport come la migliore metafora di vita perché, come la vita, segue un percorso ben preciso.

Si inizia per gioco, ci si diverte, ci si appassiona, si ambisce a diventare professionisti, si punta a migliorarsi giorno dopo giorno, si raggiunge l’apice della propria carriera, si lotta per mantenere quel livello il più a lungo possibile, per poi rendersi conto che l’ora del ritiro è ormai prossima e che tutto finirà.

Ecco perché fare personal branding ti consentirà di trasformare il tuo nome, i tuoi successi e la tua carriera sportiva in un marchio tangibile. Questo ti consentirà di essere facilmente identificato come una figura chiave nel tuo sport, un esperto e un opinion leader le cui opinioni sono ricercate e rispettate dal pubblico e dai media allo stesso modo.

Durante e al termine della tua carriera sportiva, se sarai stato in grado di crearti un personal brand sarai identificato come influencer e le aziende sono disposte a pagare per raggiungere i tuoi seguaci.

Gli atleti sono considerati modelli di comportamento e lo sport è qualcosa di altamente emotivo, capace di creare un forte legame tra le parti che gli stessi sponsor percepiscono come valore.

Quindi, se anche tu vuoi sapere fin da ora come essere amato da tuoi fan, attirare l’attenzione degli sponsor e costruire sin da subito il tuo personal brand che ti accompagnerà anche dopo la tua carriera da sportivo, seguimi attraverso questi 5 consigli pratici e ti rivelerò come sfruttare i social a tuo vantaggio.

Il 5° ed ultimo consiglio è quello che ti farà fare il salto di qualità. Rimani con me fino alla fine e capirai perché.

Bene. 3-2-1, si parte!

sportivo-telefono-social

#1 Gestisci i tuoi social in maniera professionale

Partiamo dalla base. Gestire i social in modo professionale significa avere un piano editoriale di contenuti, una strategia e degli obiettivi ben definiti capaci di dare un senso a tutta la nostra comunicazione.

Introdurre sin dal principio dei tratti distintivi, quali il layout grafico, hashtag personali e contenuti unici capaci di farci identificare, è un aspetto molto importante quando vogliamo creare un personal brand.

Questo significa raccontarsi ed esporsi e far crescere nei fan il desiderio di vedere il tuo prossimo contenuto.

#2 Individua i tuoi valori e basa la tua comunicazione su di essi

Il tuo brand è basato tutto sul chi sei e come vuoi essere percepito sui social media. Risponditi a queste domande: Come ti vuoi presentare? Come ti differenzierai dagli altri atleti? Come vuoi risaltare dalla folla – e dalla marea di post sui social media?

Rispondere a queste domande ti aiuterà ad identificare un approccio unico ed autentico alla tua presenza sui social media, oltre a delineare i tratti del tuo personal brand.

Ancor prima di iniziare a postare e comunicare con il tuo pubblico, devi avere chiaro in mente come vuoi essere percepito. Questo ti aiuterà a costruire una connessione emotiva con i tuoi fan e di conseguenza a costruire un brand forte e unico.

Un consiglio è quello di comunicare sempre quello che siamo, rimarcare i principi in cui crediamo piuttosto che sforzarci di essere ciò che non siamo. In questo modo saremo seguiti dalle stesse persone che condividono i nostri stessi principi e saranno loro stessi ad identificarci come leader. La difficoltà a cui spesso ci si ritrova a far fronte in questi casi è sapere come identificare i nostri valori ed è per questo che ho pensato che questo esercizio potesse proprio fare al caso tuo.

Una Scuola migliore, una Scuola orientata al futuro.

#3 Impara a conoscere i tuoi fan e crea una relazione con loro

Sapere dove andare non è sufficiente se non sai come arrivarci. Ogni strategia di successo è basata sul sapere a chi ci riferiamo. Il vantaggio che hai come atleta è quello di poter caratterizzare e capire i tuoi fan perché avete una cosa che vi accomuna: l’amore per il tuo sport. E questo è un grande vantaggio quando si tratta di comunicare.

Si esatto, comunicare, perché i social media sono nati proprio per poter creare un dialogo tra le parti. Diversamente un sito web sarebbe stato sufficiente per far conoscere a tutti i tuoi risultati postando qualche informazione qua e la. Ecco perché essere sui social significa interazione e condivisione. Significa cercare di identificare i bisogni del tuo pubblico impegnandosi a soddisfarli.

Questo è il primo passo verso la creazione di un dialogo che sarà la base della costruzione del rapporto con i tuoi fan. Quei fan disposti a seguirti ed appoggiarti ovunque e da cui dipenderà il successo del tuo personal brand. Impara a creare engagement e non fossilizzarti sul numero dei tuoi fan, quella sarà un’inevitabile conseguenza dei tuoi risultati, del tuo successo e del modo che hai di interagire con il pubblico.

Gli sponsor al giorno d’oggi danno sempre più importanza alla relazione che tu come possibile loro brand ambassador hai con i tuoi fan. Impegnati a coltivare questo rapporto e il tuo successo sarà una semplice conseguenza. Se sarai in grado di posizionarti nella mente delle persone per determinati fatti o caratteri distintivi, allora significa che stai realmente creando il tuo personal brand e che sei sulla strada giusta per essere riconosciuto come persona influente in quello specifico settore.

social-media-marketing

#4 Identifica le piattaforme più adatte ai tuoi contenuti e differenzia la comunicazione su ognuna di esse

La mia esperienza mi dice che i social su cui un atleta non può assolutamente mancare sono essenzialmente Facebook, in quanto il social media per eccellenza, e Instagram che si sta affermando sempre più come social del momento.

Una menzione particolare va fatta anche per Twitter che potrebbe essere considerato come un social minore ma che invece è anch’esso molto importante in termini di comunicazione e branding.

In quanto considerato il social dell’informazione veloce, dove vengono menzionati in tempo reale tutti i principali fatti di cronaca sportivi, sarà proprio li che si troveranno gli addetti ai lavori pronti a dare risonanza ai tuoi contenuti.

In questo articolo non voglio trattare il tipo di comunicazione che andrebbe adottata in ognuna di queste piattaforme perché ci vorrebbe un solo articolo dedicato a questo tema. Quello che però ti suggerisco è di differenziare il più possibile i contenuti sulle diverse piattaforme, sfruttandone al massimo le caratteristiche distintive.

Su Facebook, tutti i contenuti pre e post gara, gli allenamenti e in particolare tutti quegli episodi legati alla tua vita da sportivo dovranno essere la linea guida della tua comunicazione. Su Instagram è invece necessario curare di più l’aspetto emozionale dei tuoi contenuti, a partire dall’interazione con i fan tramite delle dirette live in cui risponde alle loro domande, piuttosto che delle stories in cui li accompagni durante la tua giornata. Su Twitter può valere lo stesso discorso di Facebook, dove contenuti inerenti la tua attività sportiva la devono fare da padrona. Quando è ora di pubblicare un contenuto su questa piattaforma, pensa più che altro al come potrebbe essere utilizzato dagli addetti ai lavori per darti visibilità.

Questi sono consigli veramente base sul come poter iniziare a differenziare sin da subito la propria comunicazione sui diversi canali, ma se applicati ti consentiranno di essere più efficace, in termini comunicativi, sin da subito con la tua audience.

#5 Sii proattivo

Che tu sia un atleta professionista o che si sta per affacciare al mondo professionistico, ci sono diverse aziende disposte a fornirti supporto, prodotti, equipaggiamento…o talvolta anche soldi, per fare quello che ami. I livelli di sponsorizzazione che puoi trovare sono chiaramente differenti in base al tuo livello e status di sportivo. Non crearti false speranze di poter ottenere contratti stellari quando sei ancora all’inizio della tua carriera con tutto da dimostrare.

Gli sponsor non fanno beneficienza. In quanto azienda, il loro obiettivo è quello di avere un ritorno di immagine che li posizioni correttamente sul mercato e gli permetta di generare introiti. Il segreto alla base di tutto è quello di essere proattivi e costanti nella tua comunicazione. Se sarai in grado di esserlo, sponsor e collaborazioni non tarderanno ad arrivare.

Individua e comunica al meglio i tuoi valori. Differenziati dagli altri. Stringi un rapporto con i tuoi fan. Confida in te stesso e nelle tue abilità. I giusti sponsor arriveranno.

personal-branding-online

Non ti nascondo che c’è tanto lavoro per poter iniziare a costruirsi il proprio personal brand da sportivo. Posso però garantirti che una volta applicati questi consigli e visti i primi risultati, la soddisfazione ti ripagherà ogni momento, perché capirai che dalla tua carriera di sportivo potrai beneficiarne anche quando tutto sembrerà finito.

L’obiettivo primario dovrebbe essere quello di performare al meglio nella propria disciplina, mentre invece anche la cura l’immagine richiede tempo, dedizione ed energie; molti sportivi si affidano infatti a social media manager: figure professionali che si occupano di gestire tutta la comunicazione sui diversi social, con l’obiettivo di posizionarli al meglio sul mercato creando interesse per possibili sponsor e collaborazioni.

Spero dunque di averti trasmesso l’importanza di una corretta gestione dei social media per fare personal branding, e di quanto essa possa influenzare la percezione di noi agli occhi dei nostri fan.

Non mi resta che augurarti un in bocca al lupo. A presto, Campione!

Edoardo Procacci
Fondatore e CEO di SDC

Contatta SDC

Corso Svizzera 183A – Torino

Cell: +39 3280053040

Email: info@sdc-italia.it

Recent Posts